Domande Frequenti

Dettagli del documento

Elenco di risposte alle domande più frequenti raccolte dalle richieste di assistenza dei cittadini.

L'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, abbreviata con l'acronimo IRPEF, è un'imposta italiana diretta, personale, progressiva, generale. Il comune di Torre Pellice, a partire dall’anno 2008, applica l’aliquota di compartecipazione dell’addizionale comunale sul reddito delle persone fisiche nella misura dello 0,8% ; Normativa di riferimento D.P.R. n. 917/1986; Decreto Legislativo n. 360 del 29.08.1998. e successive modificazioni. Contatti ad enti ed uffici esterni Ufficio Locale delle Entrate di PINEROLO Indirizzo: Via Martiri XXI, 106 - 10064 Pinerolo Telefono: 0121/391911 Fax: 0121/377546 Link utili Sul sito del Ministero dell'economia e delle finanze, è possibile consultare i dati relativi all'addizionale di tutti i comuni d'Italia: www.finanze.it

Argomenti:

Come Fare:
ISCRIZIONE Gli interessati dovranno presentare o inviare (allegando fotocopia del documento d'identità) apposita richiesta di inclusione nell'Albo unico scrutatori dal 01 ottobre al 30 novembre di ogni anno. L'iscrizione rimane valida fino al verificarsi di una sopravvenuta causa di impedimento all'iscrizione (ad esempio: rinuncia, emigrazione, perdita dei requisiti stabiliti dalla legge). La nomina degli scrutatori di seggio avviene in occasione di ogni consultazione elettorale, da parte della Commissione Elettorale Comunale, previa pubblicazione di apposito manifesto. 
Requisiti del richiedente 
  1. Titolo di studio della scuola dell'obbligo; 
  2. iscrizione nelle liste elettorali del Comune. 
SONO ESCLUSI: 
  1. i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti; 
  2. gli appartenenti a Forze Armate in servizio; 
  3. i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; 
  4. i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali;
  5. i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. 
CANCELLAZIONE: Tutti coloro che sono iscritti nell’albo degli scrutatori e che non intendono più essere nominati per presenziare ai seggi, possono presentare istanza di cancellazione tramite apposito modulo. L’emigrazione e la perdita del diritto elettorale comportano la cancellazione d’ufficio.

Informazioni specifiche:
Per poter svolgere la funzione di scrutatore di seggio è necessario essere inseriti nell'Albo delle persone idonee a ricoprire tale incarico depositato presso l'Ufficio competente.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
Art. 1 della legge 08.03.1989, n. 95. Art. 5, comma 3, della legge 8 marzo 1989, n. 95, come sostituito dall’art. 9, comma 1, della legge 30 aprile 1999, n. 120.

Documenti

Modulo di richiesta iscrizione all'Albo

Ultima modifica il 12/10/2022 12:16

Argomenti:

Come Fare:
Tutti i cittadini che abbiano compiuto 30 anni e non abbiano superato i 65 anni, che siano in possesso del titolo di studio di scuola media inferiore o superiore e che siano elettori del comune possono presentare istanza di iscrizione negli elenchi dei giudici popolari di Corte d’Assise (Licenza Media Inferiore) e di Corte d’Assise d’Appello (Licenza Media Superiore). Anche chi non ha fatto domanda d’iscrizione negli elenchi, potrebbe essere nominato egualmente giudice popolare dalla Corte d’Appello, in quanto la legge prevede che i comuni forniscano d’ufficio alla Corte d’Appello gli elenchi dei cittadini che hanno i requisiti per la nomina. Il richiedente deve essere elettore del Comune e non trovarsi in condizioni di incompatibilità con l’incarico come indicato nella domanda. 

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
Art. 21 L. 10/04/1951, n. 287 e successive modificazioni

Argomenti:

Come Fare:
ISCRIZIONE Tutti i cittadini che abbiano compiuto 18 anni e non abbiano superato i 70 anni, che siano in possesso del titolo di studio di scuola media superiore e che siano elettori del comune, possono presentare istanza di iscrizione all'albo dei Presidenti di seggio elettorale. L'ufficio elettorale trasmette le istanze alla Corte di Appello competente, che provvederà a nominare i presidenti di seggio. Dell'avvenuta nomina verrà data notizia agli interessati tramite notifica. Non occorre rinnovare l'istanza d'iscrizione ogni anno: una volta iscritti, si rimane inseriti nell'albo fino a quando non si richieda di esserne cancellati. 
Sono esclusi dalle funzioni di Presidente: 
  1. coloro che, alla data delle elezioni, abbiano superato il settantesimo anno di età; 
  2. i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti; 
  3. gli appartenenti a Forze armate in servizio; 
  4. i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti; 
  5. i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali; 
  6. i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. 
Modalità di presentazione della domanda: su apposito modulo indirizzata al Sindaco da presentare all'Ufficio competente dal 01 ottobre al 31 ottobre di ogni anno.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
Art. 1, 7° comma, della legge 53 del 21 marzo 1990

Documenti

Modulo richiesta iscrizione all'Albo

Ultima modifica il 12/10/2022 12:30

Argomenti:

Segnalazione danni subiti da privati cittadini ed attività produttive durante gli eventi alluvionali del 24-25 novembre 2016

Schede da compilare per la segnalazione e la prima quantificazione dei danni subiti da privati cittadini ed attività produttive durante gli eventi alluvionali del 24-25 novembre 2016.

I modelli andranno consegnati quanto prima all'Ufficio Tecnico Comunale debitamente compilati

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio Tecnico Comunale (0121.953440 tecnico@comunetorrepellice.it)

Martedì e Venerdì 10:30-12:30
Mercoledì 14:00-15:30

Documenti

Scheda segnalazione danni privati

Ultima modifica il 21/12/2018 09:07

Scheda segnalazione danni attività produttive

Ultima modifica il 21/12/2018 09:07

Argomenti:

L'orario di apertura dell'Asilo Nido è dalle ore 07.30 alle 17.00. E' possibile la frequenza part-time al mattino. Il nido è un servizio gestito dal Comune, a carico delle famiglie è richiesta: una quota fissa mensile  oltre ad il buono pasto pari ad ? 4.85 cad. La quota fissa, per i soli residenti a Torre Pellice, è calcolata in base a cinque fasce di reddito ISEE. Le iscrizioni per l'anno scolastico successivo vengono accolte nel mese di maggio presso l'Asilo Nido. Per informazioni e iscrizioni anche in corso d'anno: presso Asilo Nido (temporaneamente in  Via Malan , 54 a Luserna San Giovanni), telefono: 0121 932463. I moduli per l'iscrizione si possono ritirare e riconsegnare all'Asilo Nido con gli appositi documenti. 

Argomenti:

Come Fare:
La denuncia di morte è obbligatoria per legge.

In caso di decesso presso un'abitazione privata la dichiarazione di morte deve essere resa all'Ufficiale dello Stato Civile del comune ove è avvenuto il decesso entro 24 ore dall'evento. Tale dichiarazione compete a uno dei congiunti o a una persona convivente con il defunto, a un loro delegato o, in mancanza, a una persona informata del decesso, munito di scheda ISTAT e certificato necroscopico dopo le 15 ore dal decesso.
L'Ufficio provvede a formare l'atto e rilasciare il permesso di seppellimento e ad informare l'anagrafe per l'aggiornamento dei dati presenti nell'archivio o a comunicare il decesso al comune di residenza e al comune di nascita se diversi.

Nel caso in cui invece il decesso fosse avvenuto presso una struttura ospedaliera, casa di cura o altro Istituto, la dichiarazione di morte viene fatta dal Direttore dello stesso che trasmette poi d'ufficio all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune l'avviso di morte, unitamente alla scheda ISTAT.

Il decesso deve essere avvenuto nel territorio del Comune.

Allegati:

1) Scheda ISTAT di morte rilasciata dal medico curante o dalla struttura in cui è avvenuto il decesso 
2) Certificato di accertamento del decesso del medico necroscopo 
3) Nulla osta rilasciato dalla Procura [in caso di morte violenta]

Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
La dichiarazione di morte deve essere resa all'Ufficiale dello Stato Civile del comune ove è avvenuto il decesso entro 24 ore dall'evento. 

Riferimenti Normativi:
1) Legge 15 maggio 1997, n. 127 "Misure urgenti per lo snellimento dell'attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo" 
2) Decreto Presidente della Repubblica 10 settembre1990, n. 285 "Approvazione del regolamento di polizia mortuaria" 
3) Decreto Presidente della Repubblica 3 Novembre 2000, n. 396 "Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127." 


Tariffe - Costi:
Gratuito : 0,00 €

Argomenti:

Come Fare:
La denuncia di nascita è l'atto con il quale si comunica formalmente agli Uffici dello Stato Civile del Comune la nascita di un bambino.
Il figlio nato da genitori coniugati tra loro è detto "legittimo": la denuncia di nascita puó essere fatta indistintamente da uno dei genitori.
Il figlio nato da genitori non coniugati è detto "naturale": in tal caso la denuncia è fatta da un genitore (se solo uno dei due genitori lo riconosce) o da entrambi i genitori (se tutti e due lo riconoscono). 

La denuncia di nascita è resa da uno dei genitori (presentando i documenti di identità), da un procuratore speciale, ovvero dal medico o dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando l'eventuale volontà della madre di non essere nominata.
Puó essere resa entro dieci giorni dalla nascita presso il Comune nel cui territorio è avvenuto il parto o nel proprio comune di residenza oppure, entro tre giorni, presso la direzione sanitaria dell'ospedale o casa di cura ove è avvenuta la nascita. In quest'ultimo caso la dichiarazione è trasmessa all'ufficio di Stato Civile del Comune nel cui territorio è situato il centro di nascita o, su richiesta dei genitori, al loro Comune di residenza.

Nel caso in cui i genitori non risiedano nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra loro, la dichiarazione di nascita è resa nel Comune di residenza della madre. 

Requisiti specifici: 

La denuncia di nascita puó essere resa:
1) per i genitori uniti in matrimonio:
  • - da uno dei due genitori o entrambi
  • - da un loro procuratore speciale (munito quindi di atto notarile)
  • - da medico/ostetrica che ha assistito al parto
  • - da persona che ha assistito al parto
2) per i genitori non uniti in matrimonio:
  • - dalla sola madre che intende riconoscere il figlio
  • - dal padre e dalla madre congiuntamente, se intendono riconoscere entrambi il figlio
3) solo dal padre. 

Allegati

  1. Attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito il parto ovvero constatazione di avvenuto parto 
  2. Documento valido di identità personale (preferibilmente la carta d'identità) del dichiarante. 
  3. Carta d'identità valida o documento equipollente di entrambi i genitori (ai sensi dell'art.35 D.P:R. n. 445 del 28/12/2000) [per i genitori non residenti] 
  4. Passaporto di entrambi i genitori (se non conoscono la lingua italiana devono essere accompagnati da un traduttore) [per i genitori stranieri non titolari di carta d'identità] 
  5. Documentazione da cui risulti lo stato civile dei genitori (ad esempio il certificato di matrimonio) e accompagnati da un traduttore se non conoscono la lingua [solo per i genitori stranieri se coniugati] 
Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Tariffe - Costi:
Gratuito : 0,00

Argomenti:

Come Fare:
La denuncia di nascita è l'atto con il quale si comunica formalmente agli Uffici dello Stato Civile del Comune la nascita di un bambino.
Il figlio nato da genitori coniugati tra loro è detto "legittimo": la denuncia di nascita puó essere fatta indistintamente da uno dei genitori.
Il figlio nato da genitori non coniugati è detto "naturale": in tal caso la denuncia è fatta da un genitore (se solo uno dei due genitori lo riconosce) o da entrambi i genitori (se tutti e due lo riconoscono).

Il riconoscimento di figlio naturale puó essere fatto davanti all'Ufficiale di Stato Civile nei seguenti casi:
  • prima della nascita del bambino, dalla sola madre o da entrambi i genitori naturali
  • in sede di dichiarazione di nascita del bambino, dalla sola madre o da entrambi i genitori naturali o solo dal padre
  • dopo la dichiarazione di nascita del bambino, da uno o entrambi i genitori naturali.
In tutti i casi la dichiarazione di riconoscimento è resa senza la presenza di testimoni. 
Si evidenzia che il figlio naturale puó essere riconosciuto dai propri genitori, anche se già uniti in matrimonio con altra persona all'epoca del concepimento. 

Requisiti specifici?
Il riconoscimento puó essere effettuato dal/i genitore/i biologico/i che abbia compiuto i 16 anni. 

Allegati?
  1. Attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito il parto ovvero constatazione di avvenuto parto 
  2. Documento valido di identità personale (preferibilmente la carta d'identità) del dichiarante. 
  3. Carta d'identità valida o documento equipollente di entrambi i genitori (ai sensi dell'art.35 D.P:R. n. 445 del 28/12/2000) [per i genitori non residenti] 
  4. Passaporto di entrambi i genitori (se non conoscono la lingua italiana devono essere accompagnati da un traduttore) [per i genitori stranieri non titolari di carta d'identità] 
  5. Documentazione da cui risulti lo stato civile dei genitori (ad esempio il certificato di matrimonio) e accompagnati da un traduttore se non conoscono la lingua [solo per i genitori stranieri se coniugati] 
Informazioni specifiche:
Modalità di presentazione al comune?

E' sufficiente presentarsi davanti all'ufficiale di stato civile che iscrive su un apposito registro. Questa iscrizione costituisce l'atto di nascita.
Sedi dove poter fare la dichiarazione di nascita:
· Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura Privata ove è avvenuta la nascita
· Comune ove è avvenuto il parto
· Comune di residenza dei genitori
· Comune di residenza della madre, se il padre risiede in altro Comune
· Comune di residenza del padre, previo accordo con la madre, residente in altro Comune (in questo caso l'iscrizione anagrafica del neonato sarà comunque nel Comune di residenza della madre, secondo quanto stabilito dall'art. 7 lett. A) D.P.R. 30.5.1989 n. 223)

Se la dichiarazione viene fatta al Comune occorre fissare un appuntamento con l'ufficio di Stato Civile oppure telefonare all'ufficio.

Se i genitori sono coniugati è sufficiente che la dichiarazione venga resa da uno dei due genitori munito di carta d'identità e presentando l'attestato di chi ha assistito al parto. 

Se i genitori non sono coniugati occorre che siano presenti entrambi al momento della dichiarazione presentando i documenti sopra indicati. I cittadini stranieri devono presentare inoltre il passaporto o 1 testimone, munito di documento di riconoscimento valido, che li riconoscano. I genitori stranieri che intendono far attribuire al nato il cognome previsto dalla loro legge nazionale dovranno produrre idonea documentazione consolare da cui si rilevi l'esatto cognome che il bambino dovrà assumere.

Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Tariffe - Costi:
Gratuito : 0,00 ?

Argomenti:

Come Fare:
Possono essere rilasciate dal Comune autentiche di fotocopie dette "copie conformi all'originale" di documenti emessi dalle pubbliche amministrazioni o da soggetti privati. L'autenticazione di fotocopie di documenti puó essere effettuata anche dai funzionari competenti a ricevere la documentazione, dai cancellieri e dai notai. L'autentica di fotocopie di documenti puó essere fatta anche dal pubblico ufficiale che ha emesso il documento, presso il quale è depositato. 

Documenti da presentare?

1) Documento d'identità, in corso di validità, del richiedente.

2) Il documento in originale e la fotocopia che lo riproduce.

Informazioni specifiche:
Validità?

L'autentica della copia non ha scadenza, salvo la regolarizzazione e/o integrazione del bollo.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
Nell'orario di apertura al pubblico.

Tempistica:
Rilascio immediato.

Tariffe - Costi:
Marca da bollo da 16,00 euro + diritti di segreteria 0,52 centesimi 

Argomenti:

Come Fare:

L'autenticazione di firma consiste nell'attestazione da parte del dipendente addetto a ricevere la documentazione (notaio, cancelliere, segretario comunale o funzionario incaricato dal Sindaco) che la firma è stata apposta in sua presenza dall'interessato, previa sua identificazione.

Presso l'ufficio anagrafe del Comune, vengono autenticate le firme in calce a: 
- istanze e dichiarazioni sostitutive di atto notorio presentate per la riscossione di benefici economici da parte di terzi; 
- istanze e dichiarazioni sostitutive dell'atto notorio presentate ai privati (banche, assicurazioni, Poste italiane).

L'autenticazione delle firme è riconosciuta dalla legge a notai, giudici di pace, cancellieri, collaboratori di cancelleria di Corti d'Appello e Tribunali, segretari delle Procure della Repubblica, Segretari Generali, funzionari incaricati dal Sindaco, Assessori e Consiglieri comunali, provinciali e di quartiere che comunichino la propria disponibilità rispettivamente al Sindaco e al Presidente della Provincia. 

Iter procedurale: 

Occorre essere muniti di un documento d'identità. 

Tariffe - Costi:

1 marca da bollo da euro 16.00 + 0,52 centesimi per i diritti di segreteria. 

Dove Rivolgersi:
Ufficio demografico (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Riferimenti Normativi:
1) Decreto Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642 Tabella allegato B 
2) Decreto Presidente ella Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa 

Documenti

Argomenti:

Come Fare:
Le autentiche delle foto servono a collegare l'immagine di una persona alle proprie generalità.

Chi puó richiederlo:

L'interessato.

Documenti da presentare:

1) Un documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità. 
Se l'autentica di foto è richiesta per un minore, è necessaria la presenza del minore stesso e la presenza di un genitore munito di documento d'identità valido. 

2) Foto a mezzo busto e a capo scoperto

Informazioni specifiche:
Validità?

L'autentica della fotografia non ha scadenza, salvo la regolarizzazione e/o integrazione del bollo.


Dove Rivolgersi:
Ufficio anagrafe (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
In qualunque momento

Tempistica:
Rilascio immediato

Tariffe - Costi:
0,26 centesimi per diritti di segreteria

Argomenti:

Per effettuare il cambio di residenza è necessario seguire i seguenti passaggi:

1. Telefonare all'Ufficio Anagrafe (tel. 0121953033) per concordare la documentazione da allegare alla pratica. 

2. Compilare la dichiarazione di residenza (vedi modello allegato).  La dichiarazione deve essere firmata dalle persone maggiorenni che effettuano il cambio di residenza.
 
3. Inviare la dichiarazione di residenza (TUTTE LE  PAGINE, ANCHE SE IN BIANCO) con la documentazione allegata ad uno dei seguenti indirizzi:

posta elettronica: segreteria@comunetorrepellice.it

PEC: protocollo@pec.comunetorrepellice.it

4. Telefonare all'Ufficio Tributi (tel. 0121950476) per comunicare il cambio di residenza. 

ATTENZIONE: in assenza della documentazione concordata con l'Ufficio Anagrafe, o in caso di errata compilazione della dichiarazione di residenza, la pratica verrà respinta in quanto irricevibile e dunque nulla; in tal caso si dovrà provvedere ad un nuovo invio della pratica. 

Riferimenti normativi:
1) L. 24 dicembre 1954 n. 1228 Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente. 2) Decreto Presidente della Repubblica 30 maggio 1989 n. 223 3) Decreto Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 4) Legge 4 aprile 2012, n. 35 5) D.L. 28 marzo 2014, n. 47 convertito nella legge 23 maggio 2014 n. 80

Documenti

Argomenti:

Come Fare:
Attenzione: solo i cittadini NON ITALIANI devono compilare il modulo allegato per poter essere cancellati dall’anagrafe del comune di residenza per emigrazione all’estero. I cittadini italiani che intendono trasferire la residenza all’estero per un periodo superiore a dodici mesi, possono dichiarare il trasferimento di residenza all’estero direttamente al Consolato. Il Consolato invierà al Comune di provenienza il modello ministeriale per la richiesta di iscrizione all’Aire (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero).  

Il modulo, debitamente compilato e accompagnato da un documento d'identità, puó essere inviato a questo Comune tramite posta elettronica, fax, posta raccomandata o direttamente allo sportello dell'Anagrafe.

Dove Rivolgersi:
Servizi demografici (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
1) Legge 24 dicembre 1954 n. 1228 Ordinamento delle anagrafi della popolazione residente. 2) Decreto Presidente della Repubblica 30 maggio 1989 n. 223 Approvazione del nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente (2) (1/circ). 3) Decreto Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 Testo Unico delle disposizioni legislative e Regolamenti in materia di documentazione amministrativa (Testo A) art. 75 e 76 4) Legge 4 aprile 2012, n. 35

Tariffe - Costi:
Gratuito : 0,00 €

Documenti

Argomenti:

L' imposta è calcolata in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario utilizzato, indipendentemente dal numero di messaggi in esso contenuti. L'imposta non si applica alle superfici inferiori a trecento centimetri quadrati. Le superfici inferiori ad un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato. Per i mezzi pubblicitari polifacciali l'imposta è calcolata in base alla superficie complessiva adibita alla pubblicità. Per quelli aventi dimensioni volumetriche l'imposta è calcolata in base alla superficie complessiva risultante dallo sviluppo del minimo solido geometrico in cui può essere circoscritto il mezzo. I festoni di bandierine e simili si considerano come un unico mezzo pubblicitario. La scritta pubblicitaria su tenda è soggetta a imposta, ma limitatamente alla superficie effettiva occupata dalla scritta stessa.

Argomenti:

La carta d'identità elettronica viene rilasciata recandosi presso lo sportello dell'Ufficio Anagrafe negli orari di apertura al pubblico.

ATTENZIONE: per i cittadini italiani residenti all'estero (A.I.R.E.) il rilascio della carta d'identità elettronica deve essere richiesto al Consolato di riferimento; in Italia è previsto solamente il rilascio della carta d'identità cartacea.  

Si puó richiedere il rilascio/rinnovo della carta d'identità nei seguenti casi:

-      se la carta d'identità è  scaduta  o in via di scadenza;
-      se la carta d'identità è stata rubata o smarrita;
-      se la carta d'identità risulta deteriorata;
-      se non si è mai stati in possesso della carta d'identità.

Non è necessario rinnovare la carta d'identità in occasione del cambio di residenza o di indirizzo.

I documenti da portare al momento del rilascio della carta d'identità, sono:  

- carta d'identità scaduta o deteriorata (oppure la denuncia di furto o smarrimento effettuata presso le Autorità di Pubblica Sicurezza);
- tessera sanitaria;
- una fotografia formato tessera  (Attenzione: la fotografia deve essere RECENTE, non deve cioè essere stata scattata più di sei mesi
prima; in caso contrario non verrà accettata); 
- la ricevuta cartacea del versamento di euro 22,00. 

Il versamento di 22 euro puó essere effettuato:

1.  presso  Poste Italiane  tramite Bollettino Conto Corrente Postale N° 30907109 intestato al Comune di Torre Pellice, avente causale: "Rilascio Carta d'identità a... nato/a... il...."

2.   presso le  Banche  tramite Bonifico bancario intestato a COMUNE DI TORRE PELLICE - CODICE IBAN : IT13 Z030 6930 6011 0000 0046 026 - presso Intesa San Paolo S.p.A. - Filiale di LUSERNA SAN GIOVANNI - avente causale: "Rilascio Carta d'identità a... nato/a... il...."

3.  presso le Tabaccherie tramite Bollettino Conto Corrente Postale N° 30907109 intestato al Comune di Torre Pellice, avente causale "Rilascio Carta d'identità a. . . nato/a. . . il. . ..


CITTADINI STRANIERI

Per il rilascio della carta d'identità il cittadino straniero deve esibire un permesso di soggiorno valido (oppure la documentazione comprovante l'avvenuta richiesta di rinnovo).

MINORI:

Attenzione: la presenza del minore è sempre necessaria

- Per il rilascio della carta d'identità VALIDA PER L'ESPATRIO ai minori italiani  è necessaria la presenza del minore e di entrambi i genitori. Se uno dei genitori non potesse recarsi in Comune, puó consegnare all'altro genitore la dichiarazione di assenso all'espatrio (vedi allegato) con la copia di un documento d'identità.  In mancanza di assenso all'espatrio del genitore assente occorre il nulla osta del Giudice Tutelare. 

- Per il rilascio della carta d'identità NON VALIDA PER L'ESPATRIO ai  minori italiani e stranieri  è necessaria la presenza del minore e di un genitore .

DONAZIONE ORGANI 

Al momento del rilascio della Carta d'identità elettronica, il cittadino puó esprimere il consenso/diniego alla donazione degli organi e dei tessuti in caso di morte . 

Documenti

Assenso all'espatrio minore

Ultima modifica il 12/10/2022 11:32

Modulo informazioni per rilascio CIE

Ultima modifica il 12/10/2022 11:32

Argomenti:

Come Fare:
E' necessario presentare un documento d'identità del richiedente.

Informazioni specifiche:
I certificati anagrafici hanno validità per sei mesi; devono essere rilasciati in bollo (€ 16,00), salvo i casi di esenzione espressamente previsti dalla legge.   

Dove Rivolgersi:
Servizi demografici (vedi dettaglio e orario di apertura).

ATTENZIONE: Dal 15 novembre 2021 i cittadini possono scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita. Il servizio può essere utilizzato collegandosi al sito si ANPR (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente) ANPR (interno.it), ed è possibile scaricare il certificato per conto proprio o per un componente della propria famiglia. L'accesso al sito può essere effettuato autenticandosi con SPID, CIE o CNS.

Riferimenti Normativi:
IMPORTANTE: a far data dal 1° gennaio 2012, le certificazioni rilasciate dalle P.A. nei rapporti con le altre Pubbliche Amministrazioni devono essere sostituite dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà. (ARTICOLO 15 L. 12 NOVEMBRE 2011, N. 183)

Argomenti:

Come Fare:
I certificati di Stato Civile attestano fatti, qualità e stati del cittadino (nascita, matrimonio, morte e Unione civile), e possono essere sostituiti dall'autocertificazione. 

Chi puó richiederlo?

Qualunque persona che conosca i dati anagrafici della persona.

Documenti da presentare?

1) Documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità
2) I dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita) della persona a cui si riferisce il certificato

Informazioni specifiche:
Validità?
I certificati di Stato Civile che attestano situazioni non modificabili (nascita, morte) hanno validità illimitata. Gli altri certificati ed estratti hanno validità di sei mesi.

Dove si puó richiedere?
Nel Comune dove è registrato l'atto.

Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
In qualunque momento.

Tempistica:
Consegna immediata.

Riferimenti Normativi:
IMPORTANTE: a far data dal 1° gennaio 2012, le certificazioni rilasciate dalle P.A. nei rapporti con le altre Pubbliche Amministrazioni devono essere sostituite dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà. (ARTICOLO 15 L. 12 NOVEMBRE 2011, N. 183) 

Tariffe - Costi:
Gratuito : 0,00

Documenti

Modulo di richiesta certificati di Stato Civile

Ultima modifica il 12/10/2022 14:53

Argomenti:

Formazione elenco indirizzi mail dei cittadini e delle società Tutti coloro che desiderano ricevere comunicazioni inerenti la propria posizione rispetto ai tributi comunali a mezzo posta elettronica sono invitati ad indicare il proprio indirizzo mail personale utilizzando l'apposita modulistica. Le comunicazioni corredate della fotocopia di un documento di identità valido dei firmatari potranno essere trasmesse direttamente all'Ufficio Tributi nei seguenti orari: lunedì, venerdì: 9.00 - 12.30 martedì, giovedì: 10.30 - 12.30 mercoledì: 14.00 - 17.00 oppure via: Fax: 0121 520011 E-Mail: tributi@comunetorrepellice.it P.E.C.: protocollo@pec.comunetorrepellice.it

Documenti

Modulo di comunicazione per le persone fisiche

Ultima modifica il 20/12/2018 15:33

Modulo di comunicazione per le persone giuridiche

Ultima modifica il 20/12/2018 15:33

Argomenti:

Descrizione:
L'Ufficio Elettorale provvede alla formazione ed all'aggiornamento delle liste elettorali che, secondo la legge, sono pubbliche.
Tali liste comprendono tutti i cittadini italiani residenti, maggiorenni ed aventi diritto di voto.

Come Fare:
E' possibile consultare e richiedere le liste elettorali utilizzando l'apposito modulo. La domanda va presentata completa delle generalità del richiedente.
Le liste elettorali possono essere richieste SOLO per scopi collegati alla materia elettorale e/o per finalità di studio, ricerche statistiche, storiche, scientifiche o socio-assistenziali, come stabilito dal D. Lgs. 196 del 30/06/2003.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
D. Lgs. 196 del 30/06/2003

Documenti

Modulo consultazione liste elettorali

Ultima modifica il 12/10/2022 14:10

Modulo rilascio liste elettorali

Ultima modifica il 12/10/2022 14:10

Argomenti:

Come Fare:
E' una dichiarazione che il cittadino rilascia sotto la propria responsabilità circa stati, fatti o qualità personali di cui è a conoscenza.

Chi puó richiederlo?

Le persone maggiorenni.

Documenti da presentare?

Il richiedente deve presentarsi con il proprio documento di identità presso gli uffici anagrafici.

Dove Rivolgersi:
Ufficio demografico (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
Nell'orario di apertura al pubblico.

Tempistica:
Rilascio immediato

Riferimenti Normativi:
IMPORTANTE: a far data dal 1° gennaio 2012, le certificazioni rilasciate dalle P.A. nei rapporti con le altre Pubbliche Amministrazioni devono essere sostituite dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà. (ARTICOLO 15 L. 12 NOVEMBRE 2011, N. 183) 

Tariffe - Costi:
Marca da bollo da euro 16,00 + diritti di segreteria 0,52 centesimi 

Documenti

Dich. Sost. con Testamento

Ultima modifica il 12/10/2022 11:42

Dich. Sost. senza Testamento

Ultima modifica il 12/10/2022 11:42

Argomenti:

La Direttiva “Alluvioni” (articolo 10, Capo V) prescrive  agli Stati membri di mettere a disposizione del pubblico la documentazione prodotta in attuazione della Direttiva stessa. Nello specifico  devono essere resi disponibili al pubblico i documenti relativi alla  valutazione preliminare del rischio, alle mappe della pericolosità e del rischio di alluvioni e ai piani di gestione del rischio di alluvioni. 

Le mappe di pericolosità del rischio alluvioni sono consultabili al seguente link

Il progetto di piano resterà pubblicato è pubblicato dal 21.06.2014 al 21.12.2014. Durante tale intervallo è possibile fornire contributi da parte del pubblico attraverso la e-mail partecipo.difesaalluvioni@adbpo.it

Ulteriori informazioni sono disponibili sulla seguente pagina dell'Autorità di Bacino del fiume Po

Argomenti:

Come Fare:
Tutti gli elettori che in modo permanente non sono in condizioni di esercitare autonomamente il diritto di voto, possono presentare istanza per ottenere l’autorizzazione permanente ad essere accompagnati all’interno della cabina elettorale da persona di fiducia. Sulla tessera elettorale verrà apposto un apposito timbro. L’impedimento permanente ad esercitare autonomamente il voto deve essere documentato attraverso certificato medico rilasciato dall’ASL di competenza (medicina legale). 

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
Legge 5 febbraio 2003, n. 17

Argomenti:

Istanza tesa ad ottenere il riversamento al comune di Torre Pellice di importi a titolo di Imu/Tari versati ad altri comuni per errori nella compilazione dei modelli F24. La medesima tipologia può essere utilizzata per richiedere il riversamento dal Comune di Torre Pellice ad altri comuni.

Documenti

Istanza

Ultima modifica il 27/07/2022 17:22

Argomenti:

Si comunica che gli operatori economici interessati potranno procedere con l'iscrizione all'albo fornitori della Centrale Unica di Committenza dell'Unione Montana del Pinerolese sul sito https://umpinerolese.traspare.com/ nella sezione dedicata. 

L'albo dei fornitori è lo strumento con cui la Centrale Unica di Committenza (C.U.C.) ed i Comuni associati, ciascuno per quanto di competenza, procedono all'identificazione delle imprese più qualificate per l'affidamento di lavori, forniture e servizi ed all'individuazione dei professionisti per gli incarichi di prestazioni professionali. 

Il regolamento dell'albo e la lista delle categorie merceologiche per le quali è possibile iscriversi sono reperibili nella sezione "Documenti" sul sito internet https://umpinerolese.traspare.com/

Argomenti:

In allegato modello presentazione istanza autotutela.

Documenti

Modello

Ultima modifica il 29/01/2020 09:16

Argomenti:

Come Fare:

ISCRIZIONE
I cittadini dell’Unione Europea residenti nel territorio comunale, previa iscrizione nella apposita lista elettorale aggiunta, hanno diritto a votare per le elezioni comunali e per le elezioni del Parlamento Europeo. Per essere iscritti nella lista elettorale aggiunta occorre presentare apposita domanda all'ufficio competente. Chi presenta l’istanza deve essere residente nel Comune, deve godere del diritto elettorale nel paese di origine e provenire da uno dei paesi della Comunità Europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria). 

CANCELLAZIONE
Il cittadino comunitario iscritto nelle liste elettorali aggiunte per l’elezione del Parlamento Europeo e per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale puó presentare istanza di cancellazione. L’emigrazione, la perdita del diritto elettorale comportano la cancellazione d’ufficio.


Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico

Argomenti:

Come Fare:
E' il matrimonio contratto in Comune davanti al Sindaco. Il matrimonio viene trascritto nei registri dello stato civile se ci sono tutti i requisiti richiesti dalla legge italiana per la sua validità

Chi puó richiederlo?

1) i cittadini maggiorenni che hanno lo stato libero, ovvero non essere legati da un precedente matrimonio civile oppure da un precedente matrimonio religioso trascritto nei registri dello stato civile. Oltre allo stato libero, è necessario che le persone che decidono di sposarsi non siano legate da vincoli di parentela, di affinità, adozione e di affiliazione nei gradi stabiliti dal Codice Civile;
2) i cittadini che hanno già compiuto 16 anni. In questo caso, è necessaria l'autorizzazione del Tribunale dei minorenni;
3) i cittadini già coniugati che hanno avuto annullato il matrimonio religioso o la cessazione degli effetti civile del precedente matrimonio civile; 

Documenti da presentare?

1) Documento d'identità valido e codice fiscale;
2) Una marca da bollo se entrambi gli sposi sono residenti nello stesso comune; se residenti in comuni diversi ne occorrono due;

Tutta la documentazione necessaria sarà richiesta dall'Ufficiale dello Stato Civile.

Informazioni specifiche:
Tempi svolgimento pratica 

Alla data fissata per la pubblicazione bisogna presentarsi all'Ufficio di Stato Civile. Quel giorno, i futuri sposi, possono prenotare la data per la celebrazione del matrimonio. Le pubblicazioni restano affisse in Comune per almeno 8 giorni, per dare a terze persone la possibilità di opporsi al matrimonio. Il matrimonio viene celebrato nella casa comunale, dal Sindaco o da un suo delegato, alla presenza di due testimoni maggiorenni. 


Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
In qualunque momento

Documenti

Argomenti:

Come Fare:
E' il matrimonio celebrato davanti a un sacerdote cattolico. Questo matrimonio ha effetti religiosi ed effetti civili, a seguito della sua trascrizione nei registri dello stato civile italiano. Il sacerdote durante la cerimonia in chiesa, avverte gli sposi che le nozze producono anche effetti civili e dà loro lettura degli articoli 143, 144, 147 del codice civile. Dopo la cerimonia, il parroco invia un originale dell'atto di matrimonio all'ufficiale di stato civile per la trascrizione. Il matrimonio viene trascritto nei registri dello stato civile se ci sono tutti i requisiti richiesti dalla legge italiana per la sua validità

Chi puó richiederlo?

1) I cittadini di fede cattolica che hanno lo stato libero sia ecclesiastico che civile; 
2) I cittadini che non siano legati da vincoli di parentela, affinità o adozione; 
3) I cittadini che hanno compiuto 16 anni, con l'autorizzazione del Tribunale dei minorenni; 

Documenti da presentare?

1) Documento d'identità valido e codice fiscale;
2) Una marca da bollo se entrambi gli sposi sono residenti nello stesso comune; se residenti in comuni diversi ne occorrono due; 

Tutta la documentazione necessaria sarà richiesta dall'Ufficiale dello Stato Civile. 


Informazioni specifiche:
Tempi di attesa 

I futuri sposi devono recarsi in parrocchia e richiedere la pubblicazione di matrimonio. Con la richiesta di pubblicazione, firmata dal parroco, i futuri sposi devono recarsi dall'ufficiale di stato civile del Comune e richiedere la pubblicazione del matrimonio. Le pubblicazioni restano affisse al Comune per otto giorni, da una domenica all'altra, per dare a terze persone la possibilità di opporsi al matrimonio. Il parroco provvede a sua volta ad affiggere le pubblicazioni per lo stesso periodo nelle parrocchie degli sposi. Trascorsi tre giorni dopo il periodo di pubblicazione, l'ufficiale di stato civile, se non gli viene notificata nessuna opposizione al matrimonio, rilascia un certificato in cui dichiara che non ricorre nessuno degli impedimenti, previsti dalla legge italiana, agli effetti civili del matrimonio religioso. 



Dove Rivolgersi:
Ufficio demografici, stato civile, elettorale e cimitero (vedi dettaglio e orario di apertura) 

Quando:
In qualunque momento.

Argomenti:

Presentare l'allegato modulo compilato allegando un documento d'identità del richiedente.

Documenti

Modulo rinnovo/nuove consessioni

Ultima modifica il 17/10/2022 17:02

Argomenti:

Documenti

Riepilogo normativa

Ultima modifica il 28/07/2022 12:32